Chi sono

Le mie foto
Mi chiamo Anna sono nata nel 1964, sono sposata dal 1986 e ho una figlia.Sono una casalinga e vivo in campagna e, lo ammetto, ho il vantaggio d'essere padrona del mio tempo, una delle cose più preziose della nostra epoca.

28 luglio 2014

Fascia per capelli a crochet -con tutorial- !!!


La spiegazione della fascetta. La trovate su   http://ricreanna.wordpress.com/

25 luglio 2014

RIECCOMI



Da diversi mesi mi sono trasferita su Wordpress. A tutte le  followers che mi seguivano prima e non hanno aggiornato la mia pagina, chiedo se desiderano reinserirmi sull'elenco blog di nuovo, come hanno fatto altre, riusciranno i miei post sulla lista anche se per adesso non appare l'anteprima della foto. 
In ogni caso, se lo desideriate dovete però andare su ELENCO DI LETTURA cliccare su AGGIUNGI e inserire il mio indirizzo che è http://ricreanna.wordpress.com.
Auguro a tutte un'estate migliore di come è cominciata.
Ho riallacciato i contatti con molte di voi, ma pur non rimpiangendo il mio vecchio blog, mi mancano le amiche di 2 anni e quasi 250.000 visualizzazioni. Vi aspetto.





29 marzo 2014

RICREANNA TRASLOCA

Da oggi mi trovate su  http://ricreanna.wordpress.com/. 
Ho cambiato "casa"...
ma i miei post, i miei lavori e i vostri commenti li porto con me. Per un periodo pubblicherò su entrambi i blog, poi solo su quello nuovo. Vi chiedo una grande cortesia, siccome su Wordpress non c'è lo stesso sistema per seguirmi, per non abbandonarmi dovreste iscrivervi inserendo la vostra mail dove c'è scritto "iscriviti"
In questo modo vi arriveranno sulla bacheca ancora i miei post, come succedeva fino ad ora.



Per me è un nuovo inizio, ma vorrei che il nostro condividere continuasse.
A presto.

24 marzo 2014

CALIMERO AMIGURUMI !!!


Chi non si ricorda di Calimero? E del suo leit-motiv:- Eh, che maniere, qui ce l'hanno tutti con me perchè sono piccolo e nero ... è un'ingiustizia però- Per quelle che come me hanno visto Carosello e poi sono andate a letto, Calimero, come molti altri personaggi (ad es. Il Gigante buono con Marilù dagli blu, Mariarosa che sfornava torte, bella dolce cara mammina del miele ecc., le altre se volete ricordatemele voi), hanno segnato un'epoca.
L'anno scorso Calimero ha compiuto 50 anni, e se li porta meglio di me.


Ho modificato un pò lo schema dei pulcini amigurumi e ho realizzato con la lana nera questo pulcino, per la storia, il quinto di una covata della gallina veneta Cesira.



20 marzo 2014

Coroncina di farfalle di carta !!!


E' un pò arte povera/riciclata perchè ho usato dei ramoscelli secchi, l'involucro di carta bianca ondulata che contiene i biscotti, la scatola di un profumo, e dei vecchi merletti, ma molto vecchi. Tant'è che a ben guardarla questa coroncina starebbe bene nella fatiscente casa di Miss Havisham, non so se conoscete il personaggio del libro di Dickens "Grandi speranze".
Per le farfalle ho usato questo modello



Beh! certo, mi direte con tutte le big-shot e le fustelle che ci sono in giro, chi si metterebbe a ritagliare a mano... io. Questo è un cartamodello che conservo da quando Michela andava alle elementari.



Ho anche applicato dei fiori di salice.


In latino era detto salix, ma i Romani chiamavano vimen-viminis (vimine) quelle varietà -il Salix alba, il trianda e il purpurea  (quello che cresce nella mia campagna)- i cui rametti flessibili, decorticati dopo una lunga macerazione, venivano utilizzati, come d'altronde ancora oggi, per la fabbricazione di cesti, di panieri e di ogni tipo di legacci. Vimen ha ispirato anche il nome di uno dei colli di Roma, il Viminale, così detto perchè un tempo era ricoperto di salici. Già in passato si usava la sua corteccia per combattere la febbre e le malattie dovute all'umidità, in particolare i reumatismi, pratica che aveva un fondamento, visto che dalla salicina si produce l'acido acetilsalicilico che è alla base dell'aspirina.
Nell'immaginario popolare l'albero è diventato l'emblema del Ricordo nostalgico, della Malinconia, del Compianto, per via dei sui rami cadenti quasi fino a terra e delle sue foglie pendule che evocano le lacrime, infatti ad una persona addolorata si suole dire:< sembri un salice piangente>. Fonte Alfredo Cattabiani 

19 marzo 2014

GRAZIE !!!!

Voglio ringraziare tutte voi, e vi abbraccio virtualmente una ad una:
MELATIA
NUNZIA
ZIA POLLY
GIULIANA
LAURA
ANNAMARIA
SUSANNA
AMELIE
LET
KATIA
NUNZIATINA
 In modo particolare sfizidicasa.blogspot.it , della quale confesso miserrimamente non so nemmeno di preciso il nome di battesimo, ma solo che si firma Yle. Quest'episodio mi ha ricordato un passo della Bibbia (Ecclesiaste) nel quale si dice "Vanità delle vanità, tutto è Vanità", ho combinato questo pasticcio per un vano desiderio di visibilità. Ma mi sono ricreduta e faccio mio un pensiero che mi ha scritto Giusi di Semplicemente giusi :- mi piacciono più i rapporti con le persone... cerco solo un'opportunità per fare nuove conoscenze e accrescere tecniche.
In ultimo, non ultimo, abbiamo spazzato via definitivamente quel luogo comune che quando si parla di amicizia le donne tendono ad essere invidiose, gelose e pettegole, invece l'amicizia fra donne (sempre è stato e sempre sarà) affetto, generosità, solidarietà, e condivisione. Per giustificarmi posso solo dire che nel mio intendo  desidererei che il mio blog fosse visitato da tutte, (e anche tutti perchè no), coloro che volessero imparare qualcosa, e che sono agli inizi, perchè vorrei insegnare tutto ciò che mi hanno insegnato e anche qualcosa che ho imparato con l'esperienza.
Per riderci un pò su adesso pubblico la foto del grafico delle mie visualizzazioni , che tanto mi aveva avvilito



Credo che per un pò smetterò di linkare!!!